Italia 2030: un paese in via di sviluppo sostenibile

In data 13 giugno 2018 l’ENGIM NAZIONALE ha partecipato all’incontro presso la Camera dei deputati “Italia 2030: un Paese in via di sviluppo sostenibile” organizzato dall’ASviS (Associazione italiana dello sviluppo sostenibile). Dopo il saluto del Presidente della Camera dei Deputati On. Roberto Fico e l’introduzione del Presidente ASviS Pierluigi Stefanini, si sono approfonditi i temi dell’incontro.
“Il Paese ha bisogno di risposte concrete alle grandi prove che ci attendono”, ha detto il Portavoce dell’ASviS Enrico Giovannini.
“Povertà, disuguaglianze, occupazione, migrazioni, cambiamenti climatici rappresentano le più grandi sfide dei nostri tempi che possono essere affrontate solo in una logica integrata. Come evidenziato dai nostri indicatori l’Italia resta in una condizione di non sostenibilità economica, sociale e ambientale, e anche parti consistenti d’Europa fronteggiano analoghi problemi. Alla nuova classe politica chiediamo, quindi, di accogliere le proposte dell’Alleanza per invertire la rotta e dare un futuro sostenibile a questa e alle prossime generazioni”.
Tra le proposte dell’ASviS, significativa la richiesta, tutt'altro che simbolica, dell’inserimento in Costituzione del principio dello sviluppo sostenibile,si chiede inoltre di dare seguito a quanto promesso durante la scorsa legislatura da Gentiloni di portare sotto la Presidenza del Consiglio il coordinamento delle politiche per l’attuazione dell’Agenda 2030 e la trasformazione del CIPE in Comitato Interministeriale per lo Sviluppo Sostenibile.
L’incontro si è poi concluso con la Tavola Rotonda “L’impegno della politica per lo sviluppo sostenibile” dove diversi esponenti dei partiti hanno dichiarato il loro impegno teso a  lavorare secondo obiettivi condivisi per incrementare azioni di sostegno per lo sviluppo sostenibile secondo i 17 obiettivi dell’Agenda Globale approvata il 25 settembre 2017 dai 193 paesi delle Nazioni Unite.