22 aprile 2020 - Earth Day 50 - Maratona dedicata alla Terra

Il 22 aprile del 1970 per la prima volta al mondo, milioni di cittadini americani si sono radunati nelle strade per manifestare in difesa della "Madre Terra". Da allora, e con il beneplacito delle Nazioni Unite, il 22 aprile è diventata ufficialmente la Giornata della Terra. La data, scelta simbolicamente, cade un mese e un giorno dopo l'equinozio di primavera.

Ieri le Nazioni Unite hanno celebrato il 50° Anniversario della Giornata Mondiale della Terra (Earth Day), l'evento è stato pensato per esaltare la tutela del pianeta. Sono state coinvolte miliardi di persone, grazie al lavoro di settantacinquemila partner in 193 Paesi. All'Italia è stato affidato il compito di aprire la celebrazione dedicandola a Papa Francesco, nel 5° anniversario dell'Enciclica Laudato si', che tanto ha contribuito nel generare una consapevolezza mondiale sul cambiamento climatico, alla vigilia dello storico Accordo sul Clima di Parigi (2015).

"La sfida urgente di proteggere la nostra casa comune comprende la preoccupazione di unire tutta la famiglia umana nella ricerca di uno sviluppo sostenibile e integrale, poiché sappiamo che le cose possono cambiare". (LS 13) 

Nonostante la complessità di questi giorni, anche per noi di ENGIM era importante celebrare questa giornata particolare, che sottolinea il nostro impegno per il 2020/2021 "Be Human Be Green". 

Un pò di storia... 

#OnePeopleOnePlanet... 

Villaggio per la terra... 

Laudato si'...

 

 

 

Share this post