ENGIM per il Safer Internet Day 2021

Le tecnologie digitali ci forniscono un mondo di possibilità a portata di mano e mai come in questi mesi abbiamo goduto, nostro malgrado, di così tante opportunità per imparare, scambiare, partecipare e creare grazie alla rete internet.

Per contrastare l'isolamento fisico al quale ci ha costretti una pandemia, lo scorso anno abbiamo compiuto collettivamente un salto digitale e i device, la rete, i software, si sono dimostrati fondamentali in ENGIM per continuare le attività di formazione, orientamento, inserimento lavorativo e di cooperazione internazionale. 

Siamo consapevoli che un maggiore utilizzo di internet significa anche una maggiore esposizione ai rischi online, soprattutto per i più giovani che frequentano i nostri corsi di formazione per la qualifica professionale. La continua connessione dei nostri ragazzi, accelerata dalle restrizioni per il diffondersi del Coronavirus, ha fatto crescere le preoccupazioni relative alla disinformazione e alle fake news che popolano la rete, all'incitamento all'odio, al cyberbullismo, all'esposizione a contenuti dannosi e comportamenti predatori, ai quali i giovanissimi dimostrano di essere molto sensibili.

I collaboratori ENGIM, docenti e non docenti, si trovano di fronte anche a un altro problema: come sfruttare al massimo le opportunità che l'ambiente digitale ci offre, dandoci la possibilità di fare lezione a distanza, di "aprire" laboratori in realtà aumentata, condividere repository di materiali didattici, tutelando informazioni, dati e privacy dalla criminalità informatica?

Ogni febbraio dal 2004, il Safer Internet Day (SID) - organizzato dalla rete Insafe / INHOPE dei centri europei Safer Internet (SIC) con il supporto della Commissione europea - è un evento globale guidato dalla comunità che offre uno spazio per riflettere su come promuovere un uso responsabile, rispettoso, critico e creativo delle tecnologie digitali per una rete internet migliore per tutti. Essendo cresciuto nel corso degli anni, il Safer Internet Day è ora celebrato da bambini, giovani, genitori, insegnanti, educatori e assistenti sociali, imprese, enti istituzionali e attori politici di oltre 170 paesi.

In occasione del Safer Internet Day 2021 che verrà celebrato in tutto il mondo martedì 9 febbraio 2021, Fondazione ENGIM si unisce ai milioni di partecipanti "per un internet migliore" e lo fa attraverso alcuni momenti formativi realizzati in collaborazione con Social Warning, progetto no-profit del Movimento Etico Digitale che opera nelle scuole italiane attraverso una rete capillare di formatori-volontari al fine di diffondere tra ragazzi, docenti e genitori un uso consapevole di internet e dei social network.

Con l'obiettivo di riflettere sulle opportunità e i rischi del crescente uso delle tecnologie digitali, venerdì 12 febbraio alle 10:30, gli studenti delle classi dei centri di formazione ENGIM, collegati online da tutta Italia, saranno coinvolti dagli esperti di Social Warning in attività volte a far riflettere loro sui propri diritti online, ma anche sulle proprie responsabilità come utenti/cittadini digitali. L'obiettivo dell'incontro sarà quello di accrescere negli studenti la consapevolezza di poter avere un ruolo sempre più attivo e autonomo nella conduzione delle proprie scelte d’uso e di fruizione dei nuovi media. Non meno importante sarà il dibattito attorno ai rischi di un uso distorto di internet e dello smartphone nei diversi aspetti psicologici, giuridici ed educativi.

Per allineare anche tutti i collaboratori, docenti e non docenti, due appuntamenti del percorso formativo Cantiere ENGIM saranno condotti dagli esperti di Social Warning e dedicati allo sviluppo delle innovation e soft skills attorno al tema del digitale: venerdì 5 febbraio alle 14:30 il prof. Riccardo Piazza guiderà i partecipanti alla scoperta del vero significato di "Cittadinanza Attiva Digitale", mentre mercoledì 10 febbraio alle 14:30 il prof. Gregorio Ceccone illustrerà il percorso "Dal Social Dilemma al Social Warning".

Categorie: 
Eventi

Share this post